Bio2019-01-24T20:09:52+00:00
ENGLISH
DEUTSCH

ITALIANO

Angelo Comisso Ottenuta la maturità artistica presso il Liceo Musicale annesso al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia si diploma in pianoforte classico presso presso lo stesso conservatorio nel 1992. Pur approfondendo la sua formazione classica ottenendo anche il compimento medio in composizione Angelo Comisso mostra interesse per la musica Jazz fin da giovanissimo sotto la guida del padre trombettista jazz intraprendendo dall’età di quindici anni un percorso professionale che lo porta a suonare a fianco di musicisti di levatura internazionale come Gianluigi Trovesi, Roberto Ottaviano, Gianni Basso e Dusko Gojkovic.
E’ spesso invitato ad eseguire la sua musica in varie trasmissioni televisive e radiofoniche italiane ed europee (RAI, RTS, BBC, WDR, NDR, Al Jazeera, TV Slo1, TeleCapodistria), sia in solo che in ensemble.
Si è esibito in molti importanti Festival Jazz in tutta Europa e fuori: Italia (Biennale Musica Venezia, Teatro dell’Opera “G. Verdi “di Trieste, Euromeet Veneto Jazz Festival, Udine Jazz, Triestelovesjazz, Fano Jazz, Teatro Pim di Milano…), Croazia (Rjeka, Zagabria, Varazdin), Slovenia (Ljubjana Jazz Festival), Turchia (Istanbul), Danimarca (Aarhus Music Festival), Germania (Klang Visionen Festival Köln, Hildener Jazztage, Hamburg NDR Konzert, Düsseldorf Jazz Rallye, Köln Winterjazz e molti altri ), Austria (Porgy and Bess Concert), Marocco (Chella Jazz Festival), Gran Bretagna (Celthenham Jazz Festival), Francia ( Dunkerque Jazz Festival), Israele (Yasmine Festival), Taiwan (Taipei Jazz Festival), USA (Orlando) e molti altri.
Collabora con musicisti di fama internazionale quali Gianluigi Trovesi, Gianni Basso, Francesco Bearzatti, Michel Godard, Kyle Gregory, David Jarh, Roberto Ottaviano, Evan Parker, Dhafer Youssef , Gilad Atzmon, Markus Stockhausen, Arild Andersen. Pianista dallo stile appassionato e dalla personalità senza compromessi, con i suoi Piano-solo crea un intenso percorso musicale di contaminazione fra la musica colta-contemporanea, il jazz di marchio europeo e l’improvvisazione totale. Nella vesta di improvvisatore solista è molto apprezzato sia dal pubblico che dalla critica, in particolare dal famoso critico musicale Franco Fayenz.
Recentemente ha cominciato una felice collaborazione con il sassofonista Francesco Bearzatti. A maggio 2015 è uscito il loro primo album in duo per l’etichetta Blue Serge Label.
Dal 2003 suona stabilmente con il trombettista e compositore tedesco Markus Stockhausen. Insieme suonano in duo e/o in trio con Christian Thomé alla batteria (Lichtblick Trio).
La musica del trio/quartetto è chiaramente scolpita nelle radici della musica d’arte europea. Le composizioni di Stockhausen e di Comisso creano un’armoniosa sintesi nell’arte dell’improvvisazione, tale da ottenere una performance improntata alla luminosità ed alla giocosità ed anche ad un certo umorismo. Tutti e tre i musicisti sono dei virtuosi dei loro strumenti e possono contare su di una vasta gamma di esperienze artistiche. La musica del trio/quartetto è vicina al jazz e alla musica improvvisata ma ha la capacità di stupire e conquistare anche un pubblico maggiormente orientato verso la musica classica e/o contemporanea.
Si sono esibiti per la WDR e la BBC e in numerosi Festival Jazz Europei. Insieme hanno inciso tre cd: Lichtblick (2005), Es War Einmal (2007) e Stabat Mater (2011); quest’ultimo è stato sengnalato fra i 100 migliori cd jazz dell’anno dalla rivista Jazzit.
Nel 2015 il violoncellista Jörg Brinkmann si è unito al gruppo, che da allora si è rinominato QUADRIVIUM. Jörg si è inserito perfettamente nel trio, come se fosse il il tassello mancante per creare un nuovo, entusiasmante ensemble di jazz europeo. Recentemente (settembre 2017) è uscito un nuovo lavoro discografico per la SONY dal titolo: “ FAR INTO THE STAR”. Nel 1999 ha formato l’ Angelo Comisso Trio, che si esibisce regolarmente in Italia e all’estero ed ha inciso due cd: Towards Home (1999) e Sturm und Drang (2010), anch’esso segnalato fra i 100 migliori cd jazz dell’anno dalla rivista Jazzit.
Durante la sua permanenza negli Stati Uniti ha lavorato come pianista per la Walt Disney ad Orlando, Florida. É attivo anche nell’ambito della musica contemporanea essendo membro del Laboratorio Nova Musica di Venezia.
Si è esibito in molti eventi di musica contemporanea (Roma, Torino, Venezia, Trieste).
Ha collaborato con il Quartetto Karta (Arild Andersen, Patrice Herald, Markus Stockhausen), con il quale ha suonato anche al Taipei jazz Festival
Lavora come pianista e co-compositore per l’International Ensemble Jazzence (Vienna) e per la compagnia teatrale toscana Accademia Amiata Mutamenti.
Nell’ambito dell’insegnamento Angelo Comisso ha lavorato come responsabile delle Music Actvity presso il Collegio del Mondo Unito di Trieste e come docente presso il Summe JAzz Workshop di Veneto JAzz a Nassano del Grappa Attualmente insegna di Pianoforte e Musica d’assieme Jazz presso la Casa della Musica di Trieste.
É anche autore di due lavori pedagogici per giovani musicisti, più volte rappresentati dalle scuole del Friuli-Venezia-Giiulia:
– Il linguaggio degli animali (per narratore e piccolo ensemble di bambini)
– I musicanti di Brema (breve opera per coro di voci bianche, voci bianche soliste, e piccola orchestra giovanile)

ITALIANO

Angelo Comisso Ottenuta la maturità artistica presso il Liceo Musicale annesso al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia si diploma in pianoforte classico presso presso lo stesso conservatorio nel 1992. Pur approfondendo la sua formazione classica ottenendo anche il compimento medio in composizione Angelo Comisso mostra interesse per la musica Jazz fin da giovanissimo sotto la guida del padre trombettista jazz intraprendendo dall’età di quindici anni un percorso professionale che lo porta a suonare a fianco di musicisti di levatura internazionale come Gianluigi Trovesi, Roberto Ottaviano, Gianni Basso e Dusko Gojkovic.
E’ spesso invitato ad eseguire la sua musica in varie trasmissioni televisive e radiofoniche italiane ed europee (RAI, RTS, BBC, WDR, NDR, Al Jazeera, TV Slo1, TeleCapodistria), sia in solo che in ensemble.
Si è esibito in molti importanti Festival Jazz in tutta Europa e fuori: Italia (Biennale Musica Venezia, Teatro dell’Opera “G. Verdi “di Trieste, Euromeet Veneto Jazz Festival, Udine Jazz, Triestelovesjazz, Fano Jazz, Teatro Pim di Milano…), Croazia (Rjeka, Zagabria, Varazdin), Slovenia (Ljubjana Jazz Festival), Turchia (Istanbul), Danimarca (Aarhus Music Festival), Germania (Klang Visionen Festival Köln, Hildener Jazztage, Hamburg NDR Konzert, Düsseldorf Jazz Rallye, Köln Winterjazz e molti altri ), Austria (Porgy and Bess Concert), Marocco (Chella Jazz Festival), Gran Bretagna (Celthenham Jazz Festival), Francia ( Dunkerque Jazz Festival), Israele (Yasmine Festival), Taiwan (Taipei Jazz Festival), USA (Orlando) e molti altri.
Collabora con musicisti di fama internazionale quali Gianluigi Trovesi, Gianni Basso, Francesco Bearzatti, Michel Godard, Kyle Gregory, David Jarh, Roberto Ottaviano, Evan Parker, Dhafer Youssef , Gilad Atzmon, Markus Stockhausen, Arild Andersen. Pianista dallo stile appassionato e dalla personalità senza compromessi, con i suoi Piano-solo crea un intenso percorso musicale di contaminazione fra la musica colta-contemporanea, il jazz di marchio europeo e l’improvvisazione totale. Nella vesta di improvvisatore solista è molto apprezzato sia dal pubblico che dalla critica, in particolare dal famoso critico musicale Franco Fayenz.
Recentemente ha cominciato una felice collaborazione con il sassofonista Francesco Bearzatti. A maggio 2015 è uscito il loro primo album in duo per l’etichetta Blue Serge Label.
Dal 2003 suona stabilmente con il trombettista e compositore tedesco Markus Stockhausen. Insieme suonano in duo e/o in trio con Christian Thomé alla batteria (Lichtblick Trio).
La musica del trio/quartetto è chiaramente scolpita nelle radici della musica d’arte europea. Le composizioni di Stockhausen e di Comisso creano un’armoniosa sintesi nell’arte dell’improvvisazione, tale da ottenere una performance improntata alla luminosità ed alla giocosità ed anche ad un certo umorismo. Tutti e tre i musicisti sono dei virtuosi dei loro strumenti e possono contare su di una vasta gamma di esperienze artistiche. La musica del trio/quartetto è vicina al jazz e alla musica improvvisata ma ha la capacità di stupire e conquistare anche un pubblico maggiormente orientato verso la musica classica e/o contemporanea.
Si sono esibiti per la WDR e la BBC e in numerosi Festival Jazz Europei. Insieme hanno inciso tre cd: Lichtblick (2005), Es War Einmal (2007) e Stabat Mater (2011); quest’ultimo è stato sengnalato fra i 100 migliori cd jazz dell’anno dalla rivista Jazzit.
Nel 2015 il violoncellista Jörg Brinkmann si è unito al gruppo, che da allora si è rinominato QUADRIVIUM. Jörg si è inserito perfettamente nel trio, come se fosse il il tassello mancante per creare un nuovo, entusiasmante ensemble di jazz europeo. Recentemente (settembre 2017) è uscito un nuovo lavoro discografico per la SONY dal titolo: “ FAR INTO THE STAR”. Nel 1999 ha formato l’ Angelo Comisso Trio, che si esibisce regolarmente in Italia e all’estero ed ha inciso due cd: Towards Home (1999) e Sturm und Drang (2010), anch’esso segnalato fra i 100 migliori cd jazz dell’anno dalla rivista Jazzit.
Durante la sua permanenza negli Stati Uniti ha lavorato come pianista per la Walt Disney ad Orlando, Florida. É attivo anche nell’ambito della musica contemporanea essendo membro del Laboratorio Nova Musica di Venezia.
Si è esibito in molti eventi di musica contemporanea (Roma, Torino, Venezia, Trieste).
Ha collaborato con il Quartetto Karta (Arild Andersen, Patrice Herald, Markus Stockhausen), con il quale ha suonato anche al Taipei jazz Festival
Lavora come pianista e co-compositore per l’International Ensemble Jazzence (Vienna) e per la compagnia teatrale toscana Accademia Amiata Mutamenti.
Nell’ambito dell’insegnamento Angelo Comisso ha lavorato come responsabile delle Music Actvity presso il Collegio del Mondo Unito di Trieste e come docente presso il Summe JAzz Workshop di Veneto JAzz a Nassano del Grappa Attualmente insegna di Pianoforte e Musica d’assieme Jazz presso la Casa della Musica di Trieste.
É anche autore di due lavori pedagogici per giovani musicisti, più volte rappresentati dalle scuole del Friuli-Venezia-Giiulia:
– Il linguaggio degli animali (per narratore e piccolo ensemble di bambini)
– I musicanti di Brema (breve opera per coro di voci bianche, voci bianche soliste, e piccola orchestra giovanile)

ENGLISH
DEUTSCH